Pubblicato il Febbraio 4, 2018 7:13 pm in :

La prima casa è un investimento molto importante, quasi fondamentale. E questa non è solo una conoscenza chiara proveniente dal mercato, ma anche e soprattutto un input a cui la politica dà spesso ascolto. Per questo non mancano mai, anche se cambiano i governi, le agevolazioni per chi vuole acquistare una casa, soprattutto se si tratta di una prima casa. Andiamo a vedere più nel dettaglio di cosa possono approfittare gli acquirenti.

Bonus prima casa: agevolazioni 2019

Acquistare una prima casa adesso è assai più semplice ed economico, grazie alle agevolazioni che continueranno anche per il 2019. Infatti si può comprare un nuovo immobile beneficiando delle agevolazioni acquisto prima casa, anche se si possiede già un immobile.

Bisogna però stare attenti a due condizioni specifiche:

1) Che il vecchio immobile non sia stato acquistato a suo tempo, con i benefici prima casa;

2) Che venga non venduto nell’arco di un anno dalla data dell’atto di compravendita della nuova casa.

La più importante delle agevolazioni prima casa 2019

Partiamo dall’imposta di registro: si applica quando si acquista l’immobile da un privato, oppure, da un soggetto passivo Iva. Per cui una società ad esempio, diversa dall’impresa costruttrice. L’imposta di registro da versare per l’acquisto della prima casa è pari al 2% del valore della casa stessa.

Dato che si parla però di abitazioni, il contribuente può scegliere di far calcolare l’imposta sul valore catastale e non sul valore di mercato.

Il valore catastale viene determinato moltiplicando la rendita catastale (rivalutata del 5%) per i seguenti coefficienti:

  • 110 per la prima casa e le relative pertinenze;
  • 120 per i fabbricati (non prima casa) appartenenti ai gruppi catastali A e C (escluse le categorie A/10 e C/1).

Le imposte ipotecarie e catastali sono dovute nella misura di 50 euro ciascuna.

Agevolazioni sulla prima casa: chi può usufruirne?

Una delle caratteristiche più importanti per chi vuole usufruire delle agevolazioni per la prima casa è relativa alla residenza. Due sono in particolare i requisiti da soddisfare:

  1. Non avere un’altra casa nello stesso comune a meno che quella stessa casa non sia frutto di una donazione precedente, come ad esempio un lascito ereditario);
  2. Fare in modo di avere entro 18 mesi dal rogito, la residenza nel comune nel quale si acquista quella casa con agevolazioni.

La valutazione dei requisiti per richiedere l’agevolazione prima casa, verrà fatta congiuntamente con uno dei nostri esperti e conteggiata nella Scheda Riassuntiva che riceverai insieme agli altri documenti.

La nostra Scheda Riassuntiva comprende tutte le informazioni a te necessarie per valutare correttamente l’operazione che hai in corso.

Vuoi vederla?

Compila il modulo qui sotto e decidi subito di risparmiare sulla tua prossima casa affidandoti ad una squadra di professionisti competenti !