affare immboliare Pubblicato il dicembre 15, 2017 5:49 pm in :

Affare immobiliare, la zona giusta

Come già detto negli articoli precedenti, il primo parametro da valutare per quanto riguarda la scelta della casa è la sua location. Non solo la zona che ci serve, ma anche la zona migliore per noi, nel rapporto tra il prezzo, la grandezza dell’immobile e la sua distanza da quelle che sono le posizioni notevoli della nostra vita. Per vedere i prezzi relativi alla location, non si può far altro che seguire il mercato immobiliare che sta tenendo, in tutta Italia, un andamento altalenante. Non molto diversa è anche la situazione in Campania, soprattutto nelle zone di Pompei, Amalfi e Salerno.

Analizziamo alcuni dati interessanti.

Affare immobiliare, dove comprare casa in Campania

Negli ultimi anni, nel complesso, i valori immobiliari delle località turistiche italiane di mare hanno subito un discreto ribasso fino ad arrivare al limite minimo nel 2014. Questo a causa, soprattutto, di una minore disponibilità di spesa dei potenziali acquirenti, quindi a una effettiva riduzione della domanda, e di una maggiore offerta presente sul territorio dovuta alla dismissione di questo tipo di immobili da parte di famiglie che lo utilizzano per brevi periodi e per le quali il peso fiscale e i costi di mantenimento non ne giustificano più il possesso. Il ribasso dei prezzi ha poi determinato in alcune località un aumento della percentuale di acquisti da parte di persone residenti nel posto o nella regione: comprano sia la prima casa sia la seconda casa. Il prezzo, in questo momento, resta una delle variabili fondamentali per l’affare immobiliare e nella scelta d’acquisto, per il quale si è disposti a rinunciare a caratteristiche quali ad esempio il fronte mare. Questo fino al 2016.

Case a Pompei, Amalfi, Salerno: gli ultimi aggiornamenti di mercato

Già dallo scorso scorso, il vento ha cominciato a girare. Il secondo semestre del 2017 ha visto un incremento del mercato immobiliare a Salerno e provincia. Cilento e Costiera Amalfitana comprese.

Per quanto riguarda Salerno, la zona più costosa, come sempre, è quella che si sviluppa sul Lungomare Trieste, che con i suoi immobili dei primi anni del ‘900 tocca anche i 4.500-5.000 euro al metro quadro;  seguono poi gli appartamenti di Corso Garibaldi che, affacciandosi sul mare, garantiscono ugualmente un panorama mozzafiato. I prezzi iniziano a calare in maniera proporzionale all’allontanamento dal centro storico.

Nella seconda parte del 2017 i valori immobiliari delle località turistiche della Campania sono diminuite dell’1%. Le località della Costiera Amalfitana hanno registrato una contrazione dell’1,1%, quelle del Cilento hanno resistito leggermente meglio con un ribasso dello 0,4%. Il mercato è più vivace ad Amalfi dove gli immobili fronte mare possono toccare i 7.000 € al mq, mentre quelle centrali ed a ridosso di Piazza Duomo registrano punte di 10.000 € al mq.